“Voglio creare mondi diversi dal nostro”Produttore cinematografico, scrittore e regista di cinema e televisione, Oshii è uno dei più importanti esponenti dell’animazione giapponese, al pari di pezzi da novanta come Katsuhiro Ootomo e Hayao Miyazaki. I suoi film sono caratterizzati da un’attenzione minuziosa per la parte visiva, un’atmosfera tesa e soffocante, un ritmo solitamente lento e d’atmosfera intervallato da frenetiche sequenze di azione e dialoghi, tempi dilatati, inquadrature fisse e lunghi silenzi; il tutto scandito dalle musiche evocative di Kenji Kawai, che si rifanno alla musica tradizionale giapponese, in contrapposizione con scenari futuristici all’interno dei quali Oshii analizza i concetti di individualità/collettività, libero arbitrio/predestinazione, indaga la coscienza e i dilemmi esistenziali mescolando filosofia e politica, inserendo numerose citazioni e riferimenti.I primi appocci al mondo del cinemaColtiva la sua passione per il cinema si da piccolissimo, diventando un grande appassionato di film polizieschi, western e sui samurai, tanto che il cinema stesso diventa per lui una sorta di mondo nel quale rifugiarsi e sentirsi a casa. Crescendo inizia ad appassionarsi alla fotografia e al cinema impegnato, restando affascinato dal film La Jetée di Chris Marker, da Andrzej Wajda, Jerzy Kawalerowicz e Andrzej Munk, tre grandi rinnovatori del cinema polacco del dopoguerra; e da altri come Bergman, Antonioni, Fellini e Godard.

Dopo il grande successo diRoom, candidato a quattro premi Oscar, il registaLenny Abrahamsontorna con The Little Stranger con Domhnall Gleesonprotagonista, oltre a Ruth Wilson, Will Poulter e Charlotte Rampling. Ispirato al romanzo di Sarah Waters e sceneggiato daLucinda Coxon, autrice di The Danish Girl, il thriller racconta la storia del dottor Faraday che per un caso medico viene chiamato alla residenza Hundreds Hall, ma non ha idea del pericolo che sta per correre.Gioca sull’aspetto psicologico anche il dramma di Marc Forster. Chiudi gli occhi racconta di Gina che ha perso la vista da bambina e dipende completamente dal marito, ma in seguito a un intervento chirurgico, recupera la vista e riscopre il mondo.

Publishing Corporation, 2009. Hardcover. Condition: New. All’inizio del nuovo millennio era uscito nelle sale Come cani e gatti (2000). Ora, dopo dieci anni e benché nessuno ne sentisse l’esigenza, giunge sugli schermi il sequel. Il quale si rivela, come ormai spesso accade, di doppio livello di lettura.