And as rapid as that rise was, his life fell apart even faster. And all the sordid details, some of which were previously unknown, about that fall have tumbled out into the courtroom. You know, it’s it’s Shakespearian in its dramatic nature. Sessions continues: “If you smuggle illegal aliens across our border, then we will prosecute you. If you are smuggling a child, then we will prosecute you and that child will be separated from you as required by law.” He adds: “So if you’re going to come to this country, come here legally. Don’t come here illegally.”.

“Finisce l’era di Blade Runner , inizia il mito di Natural City”. Non poteva trovare presentazione più spavalda questa megaproduzione coreana tutt’altro che epocale. Di sicuro una citazione esplicita era necessaria, poiché tanto deve Natural city al capolavoro di Scott.

Lim. Mentre il produttore fa la sua questua, ai quattro artisti succedono strane avventure: una vedova di camorra chiede a Bednarski di replicare per il marito il monumento funerario che lo scultore ha dedicato a Krzysztof Kieslowski a Varsavia; un idraulico comunica a Kirchoff che la sua installazione alla Certosa di Padula, che raffigura un bagno, perde acqua e va spostata per riparazioni; Kostabi va in giro porta a porta a vendere i suoi quadri che scambia anche con pasti gratis presso i migliori ristoranti di Roma; Lim si innamora di una turista italiana vista a un tavolino del Caffè Greco e decide di seguirla. Continua.

Un giovane yuppie depresso incontra un fascinoso sconosciuto che si rivelerà essere uno psicopatico in grado di trascinarlo in un vortice di violenza solo apparentemente gratuita. Un thriller psicologico che si risolve in una sfida tra il Bene e il Male, sorta di aggiornamento del mito del Faust che Hanson, soprattutto nella prima parte, riesce a portare a un altissimo livello di raffinatezza psicologica.Nel 1992 ottiene un enorme successo di pubblico con quello che alla luce della sua filmografia complessiva sarà una delle sue opere più anonime e meno riuscite: scritto da Amanda Silver dirige La mano sulla culla. Dopo il suicidio del marito e un aborto, Peyton Flanders si fa assumere come babysitter dalla famiglia che nel suo delirio considera responsabile delle sue disgrazie.

A pensare che sono i maggiori incassi della storia del cinema italiano. Una barzelletta di cui vergognarsi.Checco Zelone passa dalle tavole del palcoscenico del cabaret al cinema con un film semplice e divertente. Un cantante pugliese, molto neomelodico ma con ambizioni rockettare non riesce a sfondare in puglia e va a cercare il successo a Milano.