Nata il 15 giugno 1963, a Madrid, riesce a realizzare prestissimo il suo sogno di diventare attrice proprio perché la città le mette a disposizione alcune piccole produzioni di teatro amatoriale alle quali può partecipare.Immatricolata alla RESAD, si laurea in arte drammatica e con quel titolo comincia a lavorare in fiction come Bodas de sangre (1986) di Francisco Montolo, in qualche episodio di Crnicas urbanas (1991 1992) diretta da Gregorio Quintana e nella miniserie Para Elisa (1993) di José Antonio Arévalo e Pascal Cervera.Nel frattempo lavora anche a teatro, portando in scena il testo di David Mamet “Oleanna” (1994), nel ruolo di Carol, cui seguono “Una bala perdida” (1995), “El embrujado” (1995), “Terror y miseria del Tercer Reich” (1995)”, “Mujeres frente al espejo” (1996) e “Un fénix demasiado frecuente” (1997).Sfiorando i GoyaIl debutto cinematografico avviene invece nel 1995, quando Azucena Rodrguez la sceglie per entrare nel cast di Entre rojas con Penélope Cruz, Pilar e Mnica Bardem. Dopo aver lavorato alla serie tv La otra familia (1996), veste i panni di Dorotea in Il cane dell’ortolano (1996) e viene nominata per la prima volta al Goya come miglior nuova rivelazione femminile per la pellicola El color de las nubes (1997). Acquistata un po’ di popolarità, torna sul grande schermo con l’erotico Tra le gambe (1999), ma è con Volver Tornare (2006) di Pedro Almodvar con Penélope Cruz, Carmen Maura e Lola Dueas che riesce a ottenere la Palma d’Oro come miglior attrice che sarà da dividere con tutte le interpreti del cast.

Rodgers apparently did not want to lose Lambert, but that five million pound offer will have been extremely attractive to the money men at Liverpool. Turning a healthy profit on a player in his 30s who has failed to make much of an impact will have been seen as something of a no brainer over in Boston at Fenway Sports Group HQ. That’s not Lambert’s concern, however, and you can’t blame the guy for choosing to stay put, especially having waited his entire career to get back to Liverpool.

Prima sembrava dovesse rimanere una comparsa o un volto relegato dietro le star, recitando piccoli personaggi assolutamente senza spessore. Ma è bastato un solo ruolo per cambiarle la vita nella maniera più spettacolare che esista: quello di una cameriera di colore, un mestiere che anche sua madre aveva fatto per tirare avanti in famiglia. La città è la stessa in cui Rosa Sparks, nel 1955, si rifiutò di cedere il suo posto sull’autobus a un bianco, dando così origine al boicottaggio degli autobus, ed è la stessa in cui Martin Luther King si trasferirà con sua moglie Coretta Scott, per svolgervi il ministero di pastore della chiesa battista, arrivando a essere minacciato e arrestato per i suoi sermoni.