As these are old books, we processed each page manually and make them readable but in some cases some pages which are blur or missing or black spots. We expect that you will understand our compulsion in these books. We found this book important for the readers who want to know more about our old treasure so we brought it back to the shelves.

Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste.

A questo punto riesce a ottenere un’altra borsa di studio a Berkeley.Debutta all’età di 21 anni nella serie tv Making the Grade di Mel Damski e Gary David Goldberg, successivamente seguito dal suo esordio sul grande schermo in Tag: The Assassination Game (1982) di Nick Castle, dove fa la parte di una corpulenta guardia del corpo affiancato da Robert Carradine e Linda Hamilton. Continua la sua gavetta con piccoli ruoli in commedie come Fuori di testa (1982) di Amy Eckerling, Crazy for You (1985) di Harold Becker, telefilm come Hill Street giorno e notte, Professione pericolo, Il mio amico Arnold e Storie incredibili, senza contare le partecipazioni a pellicole di grandi registi come Il colore dei soldi di Martin Scorsese e Platoon di Oliver Stone.Con un corpo così non può che essere adatto per ruoli militari, infatti eccolo comparire nel suo primo ruolo rilevante nella pellicola di Barry Levinson Good morning, Vietnam (1987) con Robin Williams. Fu Clint Eastwood a vedere in lui qualcosa di diverso affidandogli la parte di Charlie “Bird” Parker, sassofonista innovatore del jazz nella pellicola Bird (1988) che portò a Whitaker riconoscimenti come la Palma d’Oro a Cannes come miglior attore e la nomination ai Golden Globe nella stessa categoria.

Secchione doc della cultura pop italiana, Mika dice di ispirarsi agli storici varietà di Mina e al salotto di Quelli della Notte e nella prima puntata omaggia pure Ugo Tognazzi (“popolarissimo in Francia, dove sono cresciuto: con Il vizietto rideva pure mia nonna, una donna che non è il massimo della tolleranza; ma io, vedendolo, mi sentivo più normale”). Accanto a lui, signore di casa, Sarah Felberbaum e Virginia Raffaele con i suoi personaggi e ospiti assortiti, da Renga alla Bellucci, da Giallini a Benji e pure Arbore. E poi, la trovata di trasformare Mika in un taxista per le vie di Napoli, Catania o Roma, i costumi di Valentino e i coreografi dell molti ingredienti, molto rischio, troppo rischio?”Ma io voglio fare ciò che mi sento, cambierò sempre, non amo le etichette.