President has forgotten his own fight to bring down a dictatorship, opposition candidate Fabio Gadea told Ray Suarez during a reporting trip before the election. Forgotten that when dictators close all the roads to democracy, the people can rise up. Election monitors pointed out numerous problems with the elections, including difficulty of their observers accessing some polling sites.

Felina, diva antidiva, dagli impegni teatrali alle pellicole comiche è stato un passo estremamente corto per lei che ha talento.Dopo aver seguito i corsi di recitazione tenuti da Elsa Merlini, partecipa a un concorso per annunciatrice radiofonica indetto dalla Rai, classificandosi al 2 posto. Rinuncia però a quella carriera e sceglie il palcoscenico, esordendo nel 1948 nella compagnia di Laura Carli ne “Caldo e freddo” di William Crommelynck. Poi entra nella compagnia Pagnani Cervi Calindri, nella quale interpreta “Ondine” di Jean Girardoux, la Porzia dello shakesperiano “Il mercante di Venezia”, ma anche “L’albero dei poveri”, “Harvey” e “I figli di Edoardo”.

Perché Guido il fascismo non lo combatte frontalmente, si accontenta di metterlo in ridicolo alla prima occasione e in ogni occasione, sostituendosi a un ispettore mandato da Roma per tenere una lezione sulla superiorità della razza o al fidanzato fascista della sua principessa. Guido è un personaggio felice e inafferrabile, uno schlemiel formidabilmente capace di piegare a suo favore gli scacchi della sorte, di farsi gioco dei cattivi. L’impertinenza gli si addice come l’ardore.

The Egyptian Initiative for Personal Rights, which has been documenting abuses of Coptic Christians since Morsi overthrow, on Coptic churches, schools, monasteries and businesses in just the two days following the security forces raids on the pro Morsi encampments. Commission on International Religious Freedom who specializes in human rights and religious freedoms in the Middle East and North Africa. The scapegoats are the Christians.

It was there, on Oct. 16, 1846, that a dentist named William T. G. In fila per l’ultima del capitano della Roma c’è anche Matteo Salvini, ma la sua richiesta viene respinta: “Mi ha chiesto due tickets dice Parnasi però io onestamente di Matteo me ne fregherei”. Le richieste arrivano anche da Francesco Boccia (Pd, all’epoca presidente della commissione Bilancio) e Claudio Santini (capo segreteria del ministero dei Beni Culturali). E poi c’è Luca Lanzalone, che chiede tre biglietti “da consegnare ad altrettanti esponenti nazionali del Movimento 5 Stelle” tra i quali uno particolarmente importante “che potrebbe essere funzionale a favorire, in tempi brevi, un accordo tra Raggi Zingaretti Pallotta”..