Una volta era un rito, prima ancora era un rito magico. Si sa, tutto si evolve e le magie sbiadiscono. Però rimangono magie. Non c’è confronto tra l’istruzione e la sanità di Cuba e quella della maggior parte dei Paesi centroamericani e caraibici. Meglio Cuba, eccome dice Alex Fleites scrittore, tradotto anche in Spagna e in Italia. Ma è in strada che si coglie la più inaccettabile delle contraddizioni, il doppio regime cambiario; a Cuba si guadagna in pesos cubani e si compra in pesos convertibili.

La sua principale attività nel mondo del cinema è quella di interprete e tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film USS Indianapolis (2016) di Mario Van Peebles. Oltre al ruolo di interprete Timothy Patrick Cavanaugh ha lavorato come produttore esecutivo nel film drammatico di Lasse Hallstrm Hachiko Il tuo migliore amico (2008). E ancora produttore esecutivo nel film di Mario Van Peebles USS Indianapolis (2016).continua Cody Walker, Brian Presley, Emily Tennant, Callard Harris, Emily Marie Palmer, Johnny Wactor, Stan Houston, Adam Scott Miller, Mandela Van Peebles, Joey Capone, Justin Nesbitt, Matthew Pearson, Shamar Sanders, Craig Tate, Steven Varnes, Currie Graham, Max Ryan, Gary Grubbs, Zero Kazama, José Julin, Yutaka Takeuchi, Judd Lormand, Mark Falvo, Zachary James Rukavina, Jon Arthur, Mattie Liptak, Ronald Wallace, Sasha Feldman, Patrice Cols, Ladson Deyne, Jon Hayden, Christopher Knittel, Timothy Patrick Cavanaugh, Mark Baynard Baggs, Charles Wiedman, Duane Moseley, Cody Lee, Chris Lott, Brad Spiers, Brandon Lloyd, Casey Myers, Andrew S.

About this Item: Condition: Good. Sotheby New York , Sale title Latin American Art, Sale date 29th 30th May 1997, No. Of lots 308, No. Se Almodovar l’avesse visto cantare quella sera al night, prima di spaccare tutto, ora sarebbe certamente una drag queen da premio Oscar.Dal Giappone un anomalo film di animazione che ha poco da spartire con il tradizionale cinema di animazione giapponese e che racconta il Natale da una prospettiva decisamente inusuale. Infatti proprio nella Notte santa, tre barboni, il maturo Gin, il travestito Hana e la giovane Kiyuki nel rovistare tra i rifiuti della capitale trovano un neonato abbandonato. Questa scoperta da un lato li impegna nella ricerca della madre, dall’altro offre lo spunto per fare i conti con le proprie vite e trovare in qualche modo una riconciliazione con i motivi che li avevano spinti ad autoescludersi dal mondo, Il regista e sceneggiatore Satoshi Kon, che ha lavorato con Katsuhiro Otomo, uno dei maestri dell’animazione giapponese, imbastisce una storia appassionante e piena di umanità, dove non mancano momenti di suspense, raccontata con un’animazione di gran livello.Natale innevato a Shinjuku, cuore di una Tokyo in cui opulenza e povertà convivono sfiorandosi: tre homeless (l’alcolizzato Gin, il transessuale Hana e la giovane Miyuki, fuggita da casa) trovano una neonata nella spazzatura.