Ford è anche apparso in The Junction Boys.Ford è attualmente impegnato nella realizzazione del film per la TV della Australian Broadcast Corporation Blood in the Sand, ambientato nello stato del Western Australia. Ian David e Sue Taylor (la suadra dietro all’acclamata miniserie The Shark Net) stanno scrivendo e producendo il film. Blood in the Sand racconta la strana storia vera di un mandriano, Snowy Rowles (Ford), che mette in pratica i crimini raccontati in un romanzo giallo scritto dal suo amico Arthur Upfield (interpretato da Robert Menzies).

il suo primo film di debutto ed è perfino in gran stile dato che avrà la fortuna di lavorare non solo accanto alla Sandrelli, ma anche ad altri grandi nomi del nostro cinema come Rossana Podestà, Giulia Boschi, Lina Sastri, Massimo Ghini, Alida Valli, Lea Massari, Mariangela Melato, Francesca Archibugi, Claudio Spadaro e Nicoletta Braschi. Ma la recitazione, almeno per il momento, non la stuzzica particolarmente e nonostante questa meravigliosa esperienza, decide di frequentare l’Accademia di Belle Arti, trovando poi un impiego come illustratrice e ottenendo un discreto successo nel campo della moda e della pubblicità. Solo fra il 1995 e il 1997, improvvisamente la passione per la recitazione rinascerà, specialmente in seguito alle lezioni di recitazione di Carlos Alsina e Giorgio Albertazzi.Piccioni GayDopo qualche anno dedicato al teatro, entra in contatto con registi come Piergiorgio Gay e Giuseppe Piccioni che la useranno sovente nelle loro pellicole.

Dice il regista a questo proposito: “Far interagire Sabrina con il suo alter ego a fumetti, oltre a rappresentare alcuni dei momenti più esilaranti all’interno della storia, ha richiesto un grado di sperimentazione tecnologica che solo Maurizio Nichetti in Volere Volare aveva utilizzato prima di noi”.Ogni anno la RAI produce seicento ore di fiction. Poco più di diciotto ore complessive (100′ a puntata per tredici episodi) è lo spazio che si è ritagliato Raccontami, la serie televisiva ispirata alla spagnola Cuéntame cmo pas, diretta da Riccardo Donna e Tiziana Aristarco che torna il prossimo autunno, in prima serata, su Rai Uno. Ambientata negli anni ’60, nel momento di stagnazione che precedette il ’68, Raccontami Capitolo II, che vanta tra gli sceneggiatori nomi come Stefano Rulli, Gloria Malatesta e Claudia Sbarigia fra gli altri, si propone di ritrovare la leggerezza, l’ironia e la componente agrodolce della commedia italiana.

Ceccherini risulta persino simpatico e a Hendel si perdonano le sue battute. Al giorno d il cinema italiano avrebbe bisogno di commedie del genere invece dei soliti cinepanettoni.”Il ciclone, quando arriva, t Passa, piglia e porta via. E a te ti resta che rimanere l bono, bono a guardare e a capire che se fosse passato, sarebbe stato parecchio, ma parecchio peggio.” Inizierei da questa frase di Levante (Pieraccioni) per commentare questo film che, a mio parere, il pi bel film del regista toscano.