16 giugno 2018Italia Giappone, è la partita di Rugby in programma oggi sabato 16 giugno al Kobelco Steelers di Kobe in Giappone: fischio d’inizio atteso alle ore 7.00 secondo il fuso orario italiano, ma saranno le ore 14.00 locali per questa prestigiosa amichevole tra nazionali. Ultimo test match quindi per la nazionale del ct O’Shea prima di chiudere di fatto la stagione 2017 2018: ultima chance quindi di mostrare il proprio valore per gli azzurri, che arrivano da una cocente delusione, rimediata giusto pochi giorni fa contro la nazionale nipponica, in un test match che si è chiuso con il pesante KO italiano con il risultato di 34 17. Serve quindi oggi una bella reazione di orgoglio quindi per la nostra Italia, che di certo merita di chiudere l’anno con un sorriso.

Pronunciare il suo nome non è un problema. Il problema spunta fuori quando lo si vuole scrivere: Carrie Anne Moss, Carrie Anne Moss, Carrie Ann Moss o Carrie Moss. Quale sarà il vero nome di questa agrodolce attrice che è entratati nel nostro immaginario collettivo per delle succinte tute in latex e con gli occhialini scuri da sole costantemente calati sul viso? Le ci vorrebbe una seconda opportunità, di questo ne siamo certi.

Per la modalità di immergersi nell’anima vera e nera del nostro paese, producendo affreschi esemplari e spaccati sociologici precisi. Archiviata la Roma dei call center e della solidarietà zero (Tutta la vita davanti), il regista livornese torna in provincia con una commedia drammatica e col professore depresso di Valerio Mastandrea, che spera un giorno di “ingollare” quella madre che non va né giù né su ma che ugualmente suscita un’irresistibile attrazione. Indietro nel tempo e al centro del film c’è allora una mamma, l’affettuosa e “disponibile” Anna di Micaela Ramazzotti, idealmente prossima alla Adriana di Antonio Pietrangeli (Io la conoscevo bene), sedotta dalle persone e dagli avvenimenti ma trattenuta e contenuta dall’amore filiale.

Sono in pochi quelli che riescono a sfondare con un film tv. Lui ce l’ha fatta, alla velocità della luce, con il sottofondo musicale e scatenandosi in canti e balli fra l’altro! Merito della grande Disney che ancora una volta non si smentisce e fa un’altra magia. Del resto, non ci si poteva aspettare diversamente da un marchio di fabbrica come questo.

(2003 2007) a farlo diventare ancora più celebre, rubando la scena a nuove leve come Ben McKenzie, Adam Brody, Rachel Bilson e Mischa Barton, ma anche a vecchi compagni di lavoro come Tate Donovan. Non ci saranno altri ruoli così ben tratteggiati per lui, nemmeno quando dovrà vestire i panni del dottore in una miniserie americana The Gathering (2007), da noi pressoché sconosciuta.Diversa è la carriera cinematografica per questo attore. Il suo debutto è segnato con il film di Taylor Hackford Rock Machine(1980), accanto a Joe Pantoliano e Olympia Dukakis.